sabato 23 aprile – h 21.00

Invernomuto (I)

Negus – Celebration

con Lamin Fofana (USA/SLE), Primitive Art (I), Duppy Gun (USA) feat. I Jahbar (JA)
powered by Prince Healer Soundsystem (I)

live media act, prima italiana

Negus – Celebration è una festa cerimoniale in più atti, che segna la conclusione di un percorso che ha visto Invernomuto impegnato per diverso tempo: Negus. Negus è il titolo dei re etiopi, ma rappresenta un condensato capace di aggregare molteplici strati di un immaginario che, come pochi altri, ha fertilizzato il pianeta tramite profonde correnti atlantiche, fino a risalire i più remoti torrenti di montagna. Nel caso di Invernomuto, l’incontro con queste acque, avviene a Vernasca (PC), loro paese natio, dove nel 1936 un soldato ferito rientra dalla guerra di occupazione italiana in Etiopia. In occasione del suo ritorno, la collettività organizzò un festoso ed oscuro rituale: in piazza fu incendiata l’effige di Haile Selassie I, ultimo Negus di Etiopia nonché messia secondo il culto Rastafari, germinato in Giamaica negli anni ’30. Da questo fatto storico parte il lungo viaggio di Invernomuto, dalla campagna emiliana alla Giamaica, passando dalle montagne svizzere ed il corno d’Africa, per un lungo lavoro di ricerca e raccolta di frammenti sparsi ed eterogenei. Raccolti su più piattaforme, i segni e le cifre, le voci e i suoni, i paesaggi e sentieri, consentono di intuire l’ampiezza ed il genio proteiforme di un etereo corpo mitico. Dal 2011 ad oggi Negus ha prodotto una costellazione di immagini in movimento, ambienti, sculture e installazioni, e da ultimo un lungometraggio. Negus – Celebration si anima attorno a quest’ultima concretizzazione del progetto espandendo lo screening integrale del film come un’epifania o uno sfogo, in un’opera performativo-installativa concepita insieme a Xing che incastona al suo interno tre live sonori di Lamin Fofana, Primitive Art e Duppy Gun accompagnati al microfono dal giamaicano I Jahbar. Un palinsesto di live set, sonorizzazioni e accensioni che, per sommatoria, copriranno l’intera serata conclusiva di Live Arts Week.

 Invernomuto Negus Celebration

++foto Lamin Fofana

++foto Duppy-Gun-Productions_04_by Philip-Frowein Foto Primitive Art new grazie a Marsèlleria, ar/ge kunst Bolzano/Bozen, pinksummer

Invernomuto nasce nel 2003 dalla collaborazione tra Simone Bertuzzi e Simone Trabucchi. Invernomuto vive e lavora tra Vernasca (PC) e Milano. L’immagine in movimento e il suono sono i mezzi di ricerca privilegiati del duo; scultura, editoria e pratiche dal vivo sono altre delle sue varianti. Tra le mostre personali recenti: nel 2015 Africa Addio, pinksummer, Genova, MALÙ, Istituto Italiano di Cultura, Toronto, Artspeak, Vancouver, Wondo Genet, AuditoriumArte, Roma, Anabasis Articulata; nel 2014: Triennale di Milano, Milano, Marsèlleria, Milano, Negus – Far Eye, Museion, Bolzano, I-Ration, ar/ge kunst, Bolzano; receduti da The Celestial Path, GAMeC, Bergamo e Simone, Padiglione d’Arte Contemporanea, Ferrara. Tra le partecipazioni in mostre collettive e festival: Nero su Bianco, American Academy in Rome, Roma, La Scrittura degli Echi, MAXXI, Roma, Glitch. Interferenze tra arte e cinema in Italia, PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, Milano (2014), Black Star Film Festival, Philadelphia, Così Accade, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, Terre Vulnerabili, Hangar Bicocca, Milano, Netmage 09, Bologna. Nel 2013 sono stati finalisti del Premio Furla (Bologna) e hanno vinto il premio MERU ART*SCIENCE. Nel 2014 partecipano a Berlinale Talents (Berlino) e ottengono il fondo MiBAC per la finalizzazione di Negus, il loro primo lungometraggio. Bertuzzi e Trabucchi portano avanti pratiche individuali nell’ambito della musica, rispettivamente con i progetti Palm Wine e Dracula Lewis.
www.invernomuto.info

Primitive Art è un progetto di musica sperimentale nato nel 2011 dalla collaborazione di Matteo Pit e Jim C. Nedd. I loro soundscapes digitali e le percussioni materiche costituiscono un fondale ad altissima risoluzione per parole, strofe e grida. Attraverso la nebbia il duo eleva un’elegia dub per le metropoli del futuro. Nel 2013 pubblicano l’LP Problems per Hundebiss records.
soundcloud.com/primitive-art

Duppy Gun Productions è la label fondata nel 2011 a Portmore, in Giamaica, dai musicisti di Los Angeles Sun Araw (Cameron Stallones) e M. Geddes Gengras. Tutto nasce dal progetto di realizzazione di un album che ha spinto Stallones & Gengras a recarsi nell’isola caraibica per coinvolgere nella registrazione la formazione roots-reggae The Congos, dando vita ad un interscambio che ha coinvolto la comunità dei dintorni del villaggio di pescatori di Forum. L’attività discografica di Duppy Gun ha preso l’avvio con l’uscita del LP Multiply/Earth, dove le voci di DayOne (Carlton Sappleton) ed Early One (Alan Pitt) si esprimono su basi ‘bugged riddims’ create dai fondatori dell’etichetta. Duppy Gun hanno appena presentato un LP nato da un trattamento dei materiali tratti dal flusso costante delle Outer Orbit Dancehall Selections, cercando un legame alchemico tra ritmi deformati provenienti da tutto il pianeta con il fuoco vocale dell’isola. Per Negus Celebration, Duppy Gun coinvolgerà I Jahbar (ONeil Thomas), vocalist giamaicano che vive e lavora nella sua fattoria vicino a Kingston, occupandosi della sua famiglia e dei talenti locali.
www.duppygun.com

Lamin Fofana è produttore di musica elettronica e dj basato a New York. Nato in Sierra Leone, ha vissuto in Guinea ed è emigrato negli Stati Uniti nel 1997. Ha fondato l’etichetta NYC SCI-FI & FANTASY nel 2012 con Paul Lee. La sua musica elettronica strumentale contrappone la realtà del nostro mondo con un altrove, esplorando i temi del movimento, migrazione, alienazione e appartenenza.
soundcloud.com/laminfofana